Guarda Veneta

Sto caricando…
  • Localizzazione del territorio

  • Chiesa di S. Domenico

  • Palazzo Municipale

Immersa nel verde della fertile campagna, offre tranquillità e pace a chi ama rilassarsi godendo dello spettacolo che la natura regala in ogni stagione.

Chiese e luoghi di culto

chiesasdomenicoChiesa di S. Domenico
La chiesa primitiva costruita circa nel 1500 e demolita attorno al 1580, fu poi subito ricostruita nello stesso luogo, ma con orientamento diverso. L’interno della Chiesa Parrocchiale, dedicata a “San Domenico di Guzman”, presenta una sola navata con il soffitto impreziosito da affreschi di Giovan Battista Canal (XVIII secolo); sopra la porta centrale è situato l’organo costruito da Gaetano Callido nel 1783. (Via Guglielmo Marconi, 1 – Guarda Veneta)

 

 

oratoriomadonnasaluteOratorio della Madonna della Salute
Sito nella piccola borgata denominata Madonnina in direzione Pontecchio Polesine. Di forma ottagonale nella parte alta, è stato costruito verso il 1750. All’interno della piccola chiesetta, era esposta un’antica icona con l’immagine della Madonna col bambino, di autore ignoto. Il quadro, lesionato da una scheggia di granata nel 1945, è stato rubato nel novembre del 1993 e non ancora ritrovato.
(Località Madonnina – Guarda Veneta)

 

 

Luoghi d’interesse

palazzomunicipalePalazzo Municipale
(Via Roma, 1 – Guarda Veneta)

 

 

 

Storia

Sorse dopo la rotta del Po nei pressi di Ficarolo nel 1150, quando i lavori per la costruzione degli argini lungo il fiume, fecero affluire nella zona molti lavoratori. Facendo parte della Contea di Rovigo passò, nella prima metà del XIII secolo, sotto la signoria estense, che si protrasse fino al 1484 quando, al termine della cosiddetta “guerra del sale” tra Ferrara e Venezia, venne annessa alla Repubblica veneta. Il governo veneziano, durante il quale queste terre furono interessate da una vasta opera di bonifica –oggi richiamata dal tracciato geometrico delle strade e dei canali di irrigazione– durò fino al trattato di Campoformio del 1797 che sancì il declino della Serenissima. Del periodo veneziano si ricorda anche la famosa battaglia della Polesella del 1509, in cui i ferraresi, praticando dei fori negli argini, sconfissero la flotta veneziana nei pressi dell’isolotto Giaron, poco oltre Quarti. Dopo l’invasione francese fu occupata dagli austriaci e, nel 1866, venne annessa, come tutto il Veneto, al Regno d’Italia.