Ceregnano

Sto caricando…
  • Localizzazione del territorio

  • Palazzo Comunale

  • Chiesa di San Martino

Il comune è collegato a Rovigo da una bella pista ciclabile che costeggia il naviglio Adigetto.

Chiese e luoghi di culto

smartinoceregnanoChiesa di San Martino
Chiesa intitolata a San Martino di Tours e costruita nel XVIII secolo. La struttura a navata unica presenta una facciata a due ordini dall’aspetto allungato e terminante in un timpano, impreziosita da una lunetta posta sull’ordine superiore con l’immagine di un Cristo a mosaico e, in quello inferiore, da due statue in altrettante nicchie poste ai lati del portale, quella sinistra raffigurante San Bellino di Padova, patrono della Diocesi di Adria-Rovigo e quella destra raffigurante San Martino di Tours. (Piazza Guglielmo Marconi – Ceregnano)

 

 

chiesacristoalluvioneChiesa del Cristo dell’Alluvione
Nella frazione di Lama Polesine. Edificata verso la fine del secolo è una chiesa in stile moderno dove ampio è l’uso del calcestruzzo. A seguito di una errata fornitura di calcestruzzo la chiesa venne costruita e demolita tra il 1964 e il 1965; venne ricostruita nuovamente tra il 1967 e il 1968. A ricordo del ritrovamento del Cristo Alluvionato venne costruita a Lama Polesine, sotto la guida di Monsignor Ferdinando Altafini, la Chiesa Santuario del Cristo dell’Alluvione – Monumento ai caduti delle alluvioni di tutto il mondo; la festa del Cristo dell’Alluvione viene celebrata ogni anno nella seconda domenica di giugno con Processione Solenne. (Via della Costituzione – Lama Polesine)

 

Chiesa di San Tommaso apostolo
Sita nel centro della frazione di Pezzoli, venne edificata nel XX secolo in sostituzione del precedente edificio del quale rimane l’originario campanile. (Piazza Giovanni XXIII, 60 – Pezzoli)

Capitello di Ceregnano (Via G. Verdi – Ceregnano)
Chiesetta privata di Aserile (Via Piave – Ceregnano)
Chiesetta privata di Palà (Via Monte Grappa – Palà)
Chiesa di San Biagio (Via Carducci 78 – Canale)

 

Luoghi d’interesse

Palazzo Comunale
Acquistato dal comune nel 1868, prima era casa del cappellano fin dal Seicento. Nel suo spetto attuale dal 1897-98. (Piazza G. Marconi, 1 – Ceregnano)

Villa Guzzon – Stella Esatte (Via Piave, 759 – Ceregnano)

Villa Passarella
Ottocentesca Villa Passarella affacciata al naviglio Canalbianco (Via Vittorio Veneto, 2547 – Ceregnano)

Villa Procurative (Via Cimarosa – 45010 – Ceregnano)

Villa Tenuta Cartirago
XVI secolo, completamente ristrutturata (Via S. Francesco – Lama Polesine)

Storia

Poche sono le notizie sul passato di questo centro, il cui nome viene dai più riportato alla dea romana Cerere, protettrice delle messi; non manca però chi fa riferimento al nome di persona Cerinius o Cerennius. Citato come Girignano, Cedermano e Cirignano in vari documenti medioevali, fu interessata nell’alto Medioevo, assieme a tutto il Polesine, dall’opera di bonifica svolta dai monaci benedettini dei conventi di Gavello e Baltùn. Dopo essere stata sotto la signoria degli Estensi e di Francesco da Carrara, signore di Padova, fu ceduto a Venezia fino al 1438, come pegno per un prestito concesso dalla città a Nicolò d’Este alla fine del XIV secolo. Il dominio veneziano, ripreso nel 1483, durò, sia pure con un breve ritorno degli Estensi, fino al 1797, data del declino della Serenissima. Dopo le occupazioni francese e austriaca e le vicende risorgimentali fu annesso al Regno d’Italia. Nell’ultimo conflitto mondiale va ricordata la dura rappresaglia tedesca del 25 aprile 1945.

 

Informazioni utili

Pro Loco Ceregnano
Via XXV Aprile, 9
Tel. 0425 476096 – Fax 0425 479210
e-mail: geom.r.sagredin@virgilio.it